Cammino di Sant'Ercolano

Il Cammino di Sant’Ercolano è un percorso, all’interno del comune di Toscolano Maderno, diviso in tre anelli per grado di difficoltà e che tocca tutte le chiese del territorio.
Questo cammino è nato per volontà del Comune di Toscolano Maderno che ha affidato l’incarico all’Associazione Le Vie del Benaco che si è nuovamente rivolta all’Accademia di Belle Arti SantaGiulia di Brescia, consolidando la collaborazione già avviata in precedenza per la "Credenziale del Lago dei Garda".
Il nome scelto rende omaggio a Sant’Ercolano, patrono del paese, che fu Vescovo di Brescia e trovò la sua sepoltura proprio nella stupenda Chiesa di Sant’Andrea a Maderno.
Il territorio su cui si snoda è incredibilmente vario: dalla foce pianeggiante del torrente Toscolano si sale sulle colline moreniche passando lungo le bellissime Valle delle Cartiere e Valle delle Camerate, fino alle cime delle Prealpi Lombarde, ovvero il Monte Pizzocolo e il Monte Spino. La vastità del territorio e la difficoltà data dal dislivello hanno reso necessario creare tre diversi percorsi ad anello, in modo da offrire un cammino adatto alle esigenze di tutti, da chi si approccia al trekking a chi è già esperto e vuole scoprire angoli del Lago di Garda nascosti e affascinanti. Gli strumenti prodotti sono una guida cartacea, una pagina web ospitata all’interno del sito internet Ecomuseo Valle delle Cartiere contenente anche le tracce gpx e una mappa virtuale e la segnaletica verticale e orizzontale sparsa lungo i sentieri che compongono il cammino.
Siamo certi di aver creato un cammino unico, che lascerà un ricordo indelebile in ogni viandante che deciderà di percorrerlo

Per aumentare la sicurezza, non solo in montagna, si consiglia l’uso dell’applicazione gratuita 112 WhereAreYou, che invia automaticamente la geolocalizzazione del dispositivo. 

Lungo i percorsi urbano e medio l‘acqua non manca e tranne indicazioni contrarie, è sempre potabile.
Solo nella Valle delle Cartiere non è potabile.
Chi affronta il cammino contrassegnato come difficile si ricordi di portare con sé l’acqua, perché se non sono aperti i rifugi dello Spino, Campei de Sima e de Fond, non c’è modo di procurarsene.
Ci sono solamente due sorgenti naturali, nei pressi dei primi due rifugi.

Prima della partenza, controllare sempre il meteo ed informarsi sulle condizioni dei sentieri.
Essere sicuri di essere preparati per affrontare il percorso scelto, soprattutto quello difficile, di avere l’abbigliamento adeguato, scarpe da trekking, giacca antivento e sufficienti scorte di cibo e di acqua.
I percorsi medio e difficile sono percorribili solo con una bicicletta MTB.
Il percorso difficile nella stagione più fredda può presentare tratti innevati e ghiacciati, prestare attenzione. Verificare l’apertura delle strutture indicate da verificare sui relativi siti.

Percorso urbano (adatto a tutti)

Lunghezza: 7,2 m
Dislivello positivo: 95,9 m
Dislivello negativo: 96,3 m
Fondo: asfalto


Scopri

Percorso medio (E – S0)

Lunghezza: 29,7 Km
Dislivello positivo: 1204 m
Dislivello negativo: 1050 m
Fondo: Asfalto, cemento, sterrata e sentieri


Scopri

Percorso difficile (EE – S3)

Lunghezza: 63,5 Km
Dislivello positivo: 3221 m
Dislivello negativo: 3229 m
Fondo: Asfalto, cemento, sterrata e sentieri


Scopri
© Comune di Toscolano Maderno - V. Trento, 5 25088 Toscolano Maderno (BS) - P.IVA. 00581090982 | Privacy Policy | Cookie Policy | Webdesign Horizon